Cosa Sono i Pivot Point

Se vi piace dilettarvi nel commercio del forex allora avrete sicuramente sentito parlare dei pivot point, magari ne avete anche incontrati alcuni durante il vostro trading. Proprio il concetto di pivot point è stato di grande aiuto a tanti operatori sui mercati finanziari dal momento in cui essi sono stati sviluppati.

Anche se sono relativamente nuovi per il mercato del forex e si potrebbe non avere familiarità con i modi in cui possono essere usati e con i vantaggi che essi hanno, è importante evitare delle operazioni che vanno sostanzialmente contro i pivot point, dato che hanno una grande forza all’interno degli operativo del mercato delle valute.

Quindi, quali sono tali pivot point? In sostanza, i pivot point sono il punto in cui ci sono dei perni del mercato, cioè il punto in cui il mercato va in direzione opposta alla sua tendenza attuale. Per esempio, se il mercato è in una tendenza rialzista, allora il pivot point sarà quello in cui il mercato comincia ad essere ribassista. Lo stesso vale anche al contrario, ovvero se il mercato un trend ribassista, allora si ha il pivot point nel momento in cui tale mercato inizia ad essere rialzista.

Prevedere con precisione quando si avranno dei pivot point sul mercato è una cosa molto importante, oltre che decisamente utile per i trader di valuta. Poter prevedere accuratamente i pivot point permetterà al trader di decidere, in modo efficace, quando massimizzare i profitti e quando invece ridurre al minimo, o addirittura eliminare, le perdite.

Così come si fa a determinare il possibile pivot point per un dato mercato in un dato giorno? I pivot point sono calcolati attraverso più modi, ma più spesso, e più facilmente, sono determinati facendo un calcolo di media tra il prezzo di apertura e di chiusura del giorno, considerando anche i punti più alti e quelli più bassi del giorno precedente.

Volatilità e Trading sulle Notizie

In uno degli scorsi articoli abbiamo accennato al fatto che fare trading usando le notizie è più difficile di quanto si possa pensare. Perché? La ragione principale è la volatilità del mercato. Si può infatti fare la mossa giusta, ma bisogna stare attenti al fatto chen il mercato abbia lo slancio per sostenere il movimento.

Se ad esempio ci sono delle attese per un dato macroeconomico importante, come quello relativo ai posti di lavoro USA, e queste attese non vengono realizzate, allora potrebbero esserci dei problemi. Ad esempio, se il mercato aveva previsto 120.000 posti di lavoro aggiunti rispetto ad un dato mese precedente, e se per qualunque motivo ne dovessero venire aggiunti solo 56.000, allora potrebbe esserci una delusione del mercato che potrebbe portare ad una perdita di terreno da parte della valuta direttamente interessata.

Se tuttavia lo slancio al rialzo della valuta è forte, allora essa potrebbe rapidamente tornare in guadagno. Questo avvenimento potrebbe dunque portare delle grandi opportunità per i trader qualora si riuscisse a sfruttare la volatilità.

E’ possibile evitare di essere colpiti dalla volatilità quando si fa trading sulle news? Per fare questo bisognerebbe avere a disposizione un broker on line che ci consente di fare delle operazioni con delle opzioni note come opzioni esotiche. Questa hanno generalmente dei livelli barriera e potranno essere redditizi o meno a seconda del fatto se tale livello barriera venga violato. Il payout è in questi casi predeterminato e il premio o il costo dell’opzione è basato sul pagamento.

Nel prossimo articolo andremo a vedere nel dettaglio come poter sfuggire alla volatilità di quando si fa trading sulle notizie, in maniera da fare in modo di diminuire al massimo i rischi legati al trading stesso. Andremo inoltre a vedere quali sono, solitamente, le opzioni esotiche che un broker potrebbe mettere a nostra disposizione.

Prestito Ristrutturazione di Mediolanum – Caratteristiche

Quali sono le migliori proposte per ristrutturare o riqualificare il promo immobile? C’è solo l’imbarazzo della scelta, tra Agos, Intesa San Paolo o Findomestic. Ancora, c’è la nuova proposta Mediolanum, che offre due tipi di finanziamenti in promozione.

Riparti italia è indirizzato solo a chi è già cliente dell’istituto e Mutuo riparti italia è rivolto invece ai nuovi clienti o a chi necessita di somme superiori ai 100 mila euro.

Particolarmente interessante la prima soluzione, grazie alla quale il richiedente può ricevere un finanziamento tra i 4 ed i 100 mila euro da rimborsarsi con rate mensili dal numero variabile (minimo 12, massimo 120).

A completarel’offerta, un piano promozionale valido fino al 30 settembre che consentirà agli utenti di fruire di uno spread ridotto rispetto alle normali condizioni di mercato, con tassi variabili e proporzionati al patrimonio depositato dal cliente stesso presso la banca: si va da un 3,5% previsto per i patrimoni compresi tra i 5 e i 350 mila euro a un 2,1% previsto per i patrimoni superiori al milione di euro.

Forex – Indovinare o Anticipare

Non è facile riuscire a prevedere il futuro, per il semplice motivo che prevederlo con precisione è semplicemente un compito impossibile. Sappiamo che chi fa Forex svolge un lavoro che ruota intorno al fatto di speculare sulla futura direzione del mercato e dei suoi risultati. Tuttavia, la previsione può essere un gioco molto pericoloso. La natura umana vuole infatti che noi abbiamo sempre ragione, dunque i trader possono cadere facilmente in trappola nel cercare di aprire delle operazioni semplicemente prevedendo il futuro, a differenza di aprire una posizione per una serie di motivi tecnici.

Se si tenta continuamente di prevedere la direzione del mercato e dei suoi risultati, c’è il rischio di perdere di vista ciò che l’analisi tecnica ci mette alla nostra portata, ovvero una elevata probabilità di aprire posizioni corrette e un basso rischio di speculazione. Nel mondo reale della negoziazione una elevata probabilità non equivale ovviamente ad un successo sicuro, questo bisogna sempre ricordarlo.

Tuttavia, questo non vuol dire non tentare di prevedere il mercato, in quanto è importante essere consapevoli di tutte le possibilità di prezzo e di direzione del mercato. E’ quasi come prepararsi per ciò che potrà succedere, anche se poi non si verifica. Bisogna mantenere sempre una mente aperta e tentare di essere consapevoli di tutte le cose che potrebbero accadere. Quando si cerca di fare un trading Forex, si è alla ricerca di un modo per aprire una posizione che ci dia il massimo del guadagno con il minimo rischio. Questo criterio, da solo, non significa che il nostro trading funzionerà necessariamente. Abbiamo infatti bisogno di qualcosa di più, ovvero di anticipare tutti i possibili esiti.

Nel prossimo articolo approfondiremo questo interessante approccio al mercato del Forex, al fine di capire come possiamo usare la previsione in combinazione con l’analisi tecnica.

Prestiti Fineco – Informazioni Utili

Entro il 30 settembre si può fare richiesta a Fineco per i suoi prestiti personali in offerta. Che è valida per i possessori di conto corrente presso la stessa banca da almeno sei mesi o con una disponibilità minima di 500 euro. Usufruendo di questa proposta, si otterranno finanziamenti con tassi tan e taeg che non potranno superare la soglia dell’8,95% e del 9,69%.

Banca Fineco mette a disposizione da 2 mila a 3 mila euro, sensa bisogno di specificare il motivo per cui si chiede il finanziamento. Non ci sono spese di istruttoria, né di incasso rata. Il rimborso si effettua mediante rate mensili collocate in un arco di tempo che va da 12 mesi a sette anni.

Il piano di ammortamento è a scaglioni: da 12 a 48 mesi per prestiti da 2 mila a 4 mila euro; da 12 a 72 mesi per finanziamenti da 5 mila a 10 mila euro; da 12 a 84 mesi per prestiti che superano gli 11 mila euro e arrivano fino a un massimo di 30 mila euro.

Se già si hanno altri prestiti in corso, Fineco offre la possibilità di consolidarli tutti in un unico maxi finanziamento. Per poter usufruire di questo ulteriore vantaggio, bisogna che gli importi ricevuti in prestito vadano da 11 a 30 mila euro, con durate dai 12 ai 72 mesi. L’istituto mette a disposizione un fido creditizio fino a 3 mila euro, con il beneficiario che pagherà gli interessi soltanto sull’effettivo utilizzo.