Indicatori che Influenzano le Valute

Vediamo in questo articolo quali sono i principali indicatori economici che muovono le coppie di valute più importanti sul mercato del Forex.

Iniziamo dal vedere che cosa muove la coppia di valute EUR / USD.

Sicuramente bisogna elencare gli indicatori economici USA
US Non Farm Payroll, ovvero la misura di nuovi posti di lavoro creati negli Stati Uniti
I tassi di interesse così come decisi dal FOMC
la bilancia commerciale USA e la bilancia commerciale europea, ovvero la proporzione tra esportazioni e importazioni
Conto Corrente USA
afflusso di capitali al tesoro degli Stati Uniti
Prodotto interno lordo USA, che misura la crescita dell’economia
Le vendite al dettaglio negli USA, che misurano la forza delle spese al consumo
Indice dei prezzi al consumo, noto anche come CPI, che è una misura dell’inflazione in Europa.
Cosa si muove invece la coppia di valute USD / JPY? Oltre a tutti gli indicatori economici degli Stati Uniti, che abbiamo visto prima, ci sono anche una serie di dati importanti dell’economia giapponese:

riunioni di politica monetaria da parte della banca centrale del Giappone
bilancia commerciale giapponese, ovvero le importazioni contro le esportazioni
Prodotto interno lordo, cioè la crescita economica del Giappone
indice dei prezzi al consumo, che sono una misura dell’inflazione
indice della produzione industriale, cioè una misura dell’attività nel settore manifatturiero giapponese
indice delle vendite al dettaglio, cioè una misura della forza delle spese di consumo
rapporto Tankan, cioè una valutazione delle condizioni del business giapponese
Infine vediamo quali sono i dati fondamentali che muovono la coppia di valute GBP / USD, oltre tutti gli indicatori economici degli Stati Uniti.

Bisogna guardare:
i prezzi delle case nel Regno Unito, che sono il primo indicatore della forza della sterlina
gli incontri della Banca d’Inghilterra, che forniscono uno schema di politica monetaria e di variazioni dei tassi di interesse
tasso di disoccupazione nel Regno Unito
dati delle vendite al dettaglio.

Molto interessante.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *