Come Conoscere la Storia Creditizia

Crif è una delle società che gestiscono le Centrali dei Rischi Finanziari, ed è molto probabilmente anche la più conosciuta. Un’altra è ad esempio la Experian. L’attività della Crif è quella di mantenere aggiornati i data base sulle informazioni creditizie delle persone che abbiano avuto accesso al mondo del credito (comprese le carte di credito), provvedendo all’iscrizione o alla cancellazione a seconda delle segnalazioni fatti da banche e finanziarie. Queste prima di decidere se assumersi il rischio di erogare un finanziamento accedono ai data base per vedere la condotta del richiedente, se si tratta di una persona affidabile, regolare nei pagamenti, o se ci sono segnalazioni per ritardato pagamento o protesto. La Crif inserisce anche i dati che sono stati comunicati dai vari tribunali (penale, civile, e amministrativo). Il controllo dei dati alle centrali rischi viene di norma effettuato all’inizio di una pratica di finanziamento.

Come ottenere informazioni sui propri dati

Conoscere la propria storia ‘creditizia’ e poter riscontrare se ci sono delle segnalazioni pendenti è utile, prima di intraprendere l’istruttoria del mutuo, per lo stesso richiedente. Infatti accade spesso che segnalazioni per ritardato pagamento che dovevano essere cancellate per decorrenza dei termini risultino ancora iscritte. In questi casi è sufficiente richiederne la cancellazione con l’apposita modulistica. Le informazioni alla Crif possono essere richieste tramite la propria banca o agenzie specializzate (pagando delle piccole commissioni, normalmente inferiori ai 10 euro), attraverso le associazioni dei consumatori che hanno fatto degli accordi con Crif (Adiconsum, Assoutenti, Codacons,Federconsumatori), attraverso alcuni siti che tuttavia pongono come condizione l’iscrizione al sito stesso, o direttamente. In questa ultima ipotesi bisogna seguire la procedura per la registrazione dei dati e per l’invio del modulo online, reperibili sul sito ufficiale. In alternativa, è possibile seguire questa procedura indicata su Iprotestati.com per sapere se si è protestati.

La cancellazione dei dati

Questa dovrebbe avvenire automaticamente al verificarsi di alcune scadenze, che vanno dai 6 mesi ai 24 mesi, a seconda del tipo di operazione, richiesta o numero di rate per le quali il pagamento è stato ritardato. Se sono decorsi i termini basta richiedere per iscritto la cancellazione del proprio nome alla centrale rischi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *