Come Iniziare a Lavorare in Proprio Semplicemente

Diventare capi di se stessi non è riservato solo a chi ha avuto la fortuna di nascere con un buon patrimonio, ma è possibile davvero per chiunque e si può avviare un’attività anche con un budget ridotto.

Per mettersi in proprio innanzitutto si deve individuare quali delle proprie caratteristiche sono più spendibili sul mercato del lavoro! Vi diamo qualche idea per avviare una piccola attività, soli o con propri parenti o amici:

– Freelance (dall’inglese freelance worker): è l’attività più semplice in assoluto da avviare perchè basta essere dotati solo di un pc per svolgerla! Lo scrittore o giornalista freelance può infatti svolgere da casa attività come la redazione di articoli, la correzione di bozze il copy-editing e altri servizi editoriali. I siti e le aziende che hanno bisogno di queste figure sono in crescita!

– Dogsitter (baby-sitter non solo per cani, ma per animali in genere): se ami gli animali in genere e possiedi dello spazio, un cortile o un giardino è l’attività perfetta per te! In Italia ancora prendere piede per quanto riguarda le attività quotidiane, mentre è in crescita la domanda di alloggio per dei propri amici a 4 zampe quando si parte per le ferie.

– Tutor (educatore): anche questa da fare in proprio e da casa che può diventare anche abbastanza remunerativa ed è sempre molto ricercata! Fare l’educatore, ovvero dare lezioni o ripetizioni a giovani, bambini o ragazzi permette di sbarcare il lunario degnamente.

– Sfruttare i propri hobby: Avete mai pensato di poter fare soldi grazie agli hobby che più vi appassionano? Nel caso essi riguardino ad esempio musica o arte, diventa cruciale riuscire a vendere le proprie creazioni o in alternativa insegnare a produrle. Se invece si tratta di uno sport che ci riesce bene l’ideale è acquisire gli attestati utili a insegnarlo.

– Organizzatore di eventi (Event Planning): anche l’organizzatore di eventi non ha bisogno di alcun budget iniziale né di attestati, l’unica cosa è che necessita di una buona rete di contatti per quanto riguarda catering, musicisti, giornalisti per promuovere l’evento in questione! E’ un’attività oramai sempre più presente nelle attività sociali, culturali, nelle raccolte fondi ma anche per party (lauree, diciottesimi) o matrimoni.

– Financial Planning: Quello della pianificazione finanziaria in tempi di crisi economica è un altro settore su cui puntare! In questo caso però occorrono i titoli ( e ovviamente gli attestati che li certifichino) e sono necessarie fondamentali competenze finanziare .

– Business Consulting: ovvero offrire consulenza aziendale. Per avviare questo tipo di attività bisogna avere un’area di specializzazione molto precisa, come marketing, informatica, legge o contabilità, e proporsi a piccole aziende e liberi professionisti che normalmente si avvalgono di assistenza esterna in questi settori.

– Professional Organizer: si tratta di una figura nuova in italia, in pratica è colui che si occupa di aiutare le persone a organizzare e ottimizzare i propri spazi, progettando e realizzando l’arredo di case e uffici. Anche qui, non serve alcun investimento iniziale ma solo buona volontà.

Ovviamente per lavorare in proprio è necessario essere in regola dal punto di vista fiscale. Per alcune delle attività indicate è possibile emettere semplicemente una ricevuta per prestazione occasionale, per altre serve invece la Partita IVA. Il consiglio è quello di consultare un commercialista prima di iniziare.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *