Come Funziona il Mutuo 100

Il mutuo 100 % è nato per permettere, anche a chi non ha la disponibilità sufficiente per arrivare ad una copertura del finanziamento pari al massimo all’80% (non avendo una disponibilità economica del 20% del prezzo dell’immobile), di poter procedere ugualmente all’acquisto della propria casa. Si tratta di una forma che tuttavia è stata tolta dalla lista delle proprie offerte dalla maggior parte delle banche, ed alcune di esse hanno riservato l’accesso alle formule di mutuo 100 % solo a determinate categorie di persone, come ad esempio i giovani.

Il finanziamento complessivo del mutuo va a coprire l’intero prezzo di acquisto dell’immobile. Tuttavia si tratta di un’operazione considerata rischiosa dalle banche, perché denota una scarsa propensione o capacità di risparmio da parte dei richiedenti, e ciò comporta due situazioni. Da una parte la banca tende ad applicare spread più alti rispetto a quelli applicati nel caso dei mutui con copertura dell’80% del prezzo di acquisto, e dall’altra vi è l’obbligatorietà di stipulare polizze fidejussorie, che tutelino la banca per la somma del mutuo che eccede la quota dell’80%.

Irs – Come si Calcola

Il mutuo a tasso fisso utilizza come sottostante il valore dell’Irs corrispondente alla durata del mutuo (ovvero Irs10 se si tratta di un mutuo decennale, Irs20 se si tratta di un mutuo ventennale, ecc…). Tuttavia a volte si sente parlare di Eurirs al posto dell’Irs: quale il migliore? In realtà la differenza è minima o quasi nulla dal momento che l’Eurirs non è altri che l’insieme dei valori ufficiali assunti dall’Irs comunicati quotidianamente dalla Federazione Bancaria Europea.

Perciò anche quando si parla di Eurirs, nella realtà è sempre l’Irs il sottostante per il calcolo di un mutuo a tasso fisso. Ovviamente l’Irs è il tasso di interesse al quale va aggiunto lo spread applicato dalla banca per conoscere l’entità del tasso complessivo che verrà applicato per tutta la durata del mutuo.

Il termine Irs sta ad indicare l’”Interest rate swap”, e rappresenta sempre un indice sintetico che viene tuttavia calcolato sui contratti derivati o swap che le banche stipulano per tutelarsi a fronte dell’aumento dei tassi di interesse. Infatti anche per le banche l’acquisto del denaro con tassi variabili è meno oneroso rispetto a quello con tasso fisso, quindi si approvvigionano sul primo. Tuttavia allo stesso tempo si assicurano di fronte a possibili rialzi stipulano contratti derivati (o swap) con soggetti che sono disposti a farsi carico di tali eventi. Quindi ciò che determina la variazione del valore dell’Irs è è legato al valore attribuito, in questi contratti, alla probabilità che rialzi o ribassi dei tassi sulle operazioni di compravendita si verifichino.

Nel momento in cui viene effettuata una simulazione o un preventivo sul calcolo del mutuo a tasso fisso, viene utilizzato il corrispondente valore che l’Irs presenta in quel giorno. Tuttavia trascorre del tempo da tale data a quella della stipula, e la banca applicherà il tasso Irs rilevato nel giorno precedente alla stessa. Infatti le banche non si fanno carico del rischio che il tasso nel frattempo aumenti, per cui lo lasciano libero, svolgono le pratiche amministrative e l’istruttoria, definendo il tasso reale solo all’ultimo momento. Quindi se viene fatto un preventivo, ma solo in un secondo momento si deciderà di procedere alla richiesta dl mutuo, o la pratica diventa molto lunga, è sempre bene tenersi aggiornati, richiedendo ulteriori preventivi, per mettersi al riparo da spiacevoli sorprese.

Mutuo a Tasso Fisso BNL – Caratteristiche

Un’offerta di mutuo a tasso fisso che vale la pena vagliare è quella di BNL del Gruppo BNP Baribas, che prevede un prodotto a tasso fisso, ma con un sistema di rate crescenti, per cui pur restando legato al tasso fisso di riferimento (che dipenderà dalla durata prescelta), ogni 5 anni le rate aumenteranno secondo delle tabelle di indicizzazione.

Questo mutuo a tasso fisso di BNL può avere una durata massima di 30 anni, e presenta come vantaggio il pagamento di rate più leggere, rispetto a quelle che verrebbero pagate, con l’applicazione del solo tasso fisso, per i primi 5 anni di ammortamento del mutuo stesso (gli scaglioni di 5 anni valgono sempre, indipendentemente dalla durata scelta).

Ovviamente i minori importi pagati, dovranno essere recuperati in futuro, e per questo viene introdotto il meccanismo di ‘adeguamento-aumento’ quinquennale. I vantaggi sono due: per i primi 5 anni, che coincideranno anche con anni particolarmente difficili, almeno in parte, per i contribuenti italiani, a causa dell’aumento della pressione fiscale e della crisi, la possibilità di dover rimborsare rate più piccole, assestando le proprie finanze; poter usufruire negli anni di adeguamenti di stipendi o reddituali, atte a sostenere senza sforzi l’aumento delle rate stesse, che essendo comunque legate ad un mutuo a tasso fisso, saranno preventivabili.

Per poter accedere a questo tipo di mutuo a tasso fisso di BNL bisogna scegliere una durata non inferiore ai 20 anni, e l’aumento delle rate, ogni 5 anni sarà calcolato con un 10% in più rispetto a quelle precedenti, per durate fino a 25 anni, che scende all’8% se si opta per un piano di ammortamento di 30 anni.

Carta UniCreditCard Classic Giovani – Caratteristiche

La carta Classic Giovani  di Unicredit è uno strumento sicuro per avvicinare i giovani al mondo delle carte di credito. Con la carta Classic giovani è possibile pagare i pedaggi autostradali presso i caselli predisposti ai pagamenti automatici senza costi aggiuntivi, ottenere anticipi di contante presso gli sportelli bancari abilitati..

Tipo di Carta Carta di credito
Circuito VISA o MasterCard
Quota annuale primo anno 18,00 €
Costo estratto conto 1.00 cartaceo;gratuito on line
Plafond mensile 750 €
Costo ricarica (propria banca) 0,00 €
Costo ricarica (altra banca) 1,00 €
TAN 0,00 %
TAEG 0,00 %
Appoggio su C/C Si, è necessario avere un conto corrente
Servizio SMS di avviso utilizzo carta Si, servizio gratuito
Fattori aggiuntivi di sicurezza Servizio SMS Alert gratuito. La presenza del chip aumenta la sicurezza.
Commissioni carburante Gratuita

Segnaliamo che permette di fare acquisti ovunque, in Italia e all’estero, presso i milioni di esercizi convenzionati MasterCard o Visa, a seconda del circuito collegato alla carta; effettuare acquisti online su tutti i siti web convenzionati; prelevare in Italia e all’estero, presso gli sportelli automatici che espongono il marchio MasterCard o Visa a seconda del circuito prescelto.

Carta Conto Tascabile Base di CheBanca – Caratteristiche

La carta Conto Tascabile di CheBanca è come una carta prepagata ricaricabile che in più offre alcune delle funzionalità di un conto corrente.

Come una carta prepagata, permette di versarci su quanto denaro si vuole (fino a un massimo di 50.000 euro) e usarla per prelevare agli sportelli bancomat e per fare acquisti anche via internet (circuito Mastercard); però rispetto alle normali carte prepagate, sulla carta Conto Tascabile si trova anche un codice Iban che consente di fare bonifici, domiciliare le bollette, fare le ricariche telefoniche e di ricevere l’accredito dello stipendio direttamente sulla carta.

Tipo di Carta Carta conto
Circuito MasterCard
Costo iniziale 0,00 €
Quota annuale 12,00 €
Sconto/Waiver quota annuale No
Plafond mensile 50.000,00 €
Concessa senza C/C Sì
Notifiche SMS Sì
Fattori aggiuntivi di sicurezza Servizio SMS Alert gratuito. La presenza del chip aumenta la sicurezza.
Commissioni carburante gratuite Sì

Si tratta quindi di una soluzione interessante per avere uno strumento che può sostituire un normale conto corrente.