Come Verificare un’Auto di Seconda Mano Prima dell’Acquisto

Con questa guida voglio illustrarvi quali controlli dovete effettuare su un auto usata prima di acquistarla. Il controllo non è soltanto visivo ma va fatta un’analisi totale dell’auto stessa onde scoprire eventuali difetti presenti. Il tutto, magari con l’ausilio di un tecnico di fiducia.

Diffidate se il venditore vi nega una prova su strada: il classico giro di prova serve a verificare se il motore risulta troppo rumoroso, se l’auto non emette dallo scarico eccessivo fumo, se l’accensione avviene senza problemi, se l’auto tiene il minimo regolarmente senza oscillazioni di giri. Durante il giro su strada verificare che l’auto non tiri da un lato: ossia proceda in rettilineo senza “tirare” da una parte o dall’altra. Un paio di frenate decise, a velocità attorno a 80 km/h, permettono di valutare l’efficienza dell’impianto frenante: l’auto non deve sbandare né a destra nè a sinistra.

VANO MOTORE
Aprire il cofano motore e verificare lo stato del motore dell’auto. Il motore deve presentarsi senza tracce d’olio o di liquidi. Deve essere asciutto. Inoltre controllare l’interno dei parafanghi per verificare eventuali riverniciature successive ad incidenti. Controllate anche lo stato della batteria che non deve avere più di 4 anni.

CARROZZERIA
Posizionare l’auto sotto la luce del sole. Se l’auto è all’interno di un salone, la luce dei neon evidenzia ancor di più la presenza di eventuali graffi e/o imperfezioni. Verificate la presenza di ammaccature, interventi eseguiti male o difetti nella verniciatura. Non devono esserci segni di corrosione. Portiere e parafanghi sono i punti più soggetti a piccoli urti.

PNEUMATICI
Sostituire i pneumatici usurati rappresenta un costo aggiuntivo anche molto oneroso. Controllare che il battistrada non sia troppo usurato. Il consumo deve risultare uniforme su tutte le gomme: differenze possono indicare il cattivo funzionamento delle sospensioni o ammortizzatori scarichi. Con una moneta di 1euro verificate l’usura del battistrada. Se inserendo la moneta nelle fessure del pneumatico verificate che il battistrada copre solo la parte d’orata della moneta significa che i pneumatici sono da sostituire.

SUPERFICI VETRATE
Le superfici vetrate vanno controllate alla ricerca di eventuali rigature, crepe o incrinature anche minime e irrilevanti. Anche in questo caso, come nel caso di pneumatici, sostituire un parabrezza o un lunotto posteriore potrebbe farci affrontare un costo aggiuntivo spesso anche molto oneroso.

INTERNI
Il volante, il sedile di guida, i pedali, la pedana, il poggiapiedi, la maniglia di apertura della portiera lato guida e il pomello della leva del cambio si usurano col tempo. Un consumo evidente, specie del volante e del sedile di guida, dovrebbe insospettire nei casi in cui il chilometraggio dichiarato sia basso.

AGLIANDI
Un’auto tagliandata ha un valore maggiore. Dal libretto è possibile verificare i km e gli interventi effettuati (in pratica si conosce la storia dell’auto). Altrimenti bisogna pretendere una dichiarazione scritta dei km percorsi: in caso di alterazione si può chiedere, art. 1479 del Codice Civile, la risoluzione del contratto. Stessa cosa per il libretto di circolazione che ci mostra i nomi dei proprietari precedenti. Diffidate dell’auto se quest’ultima risulta essere stata in possesso di più di 3 proprietari.

Se effettuando tutti i test decidete di acquistare l’auto, chiedete espressamente al venditore che prima di consegnarvi l’auto vi effettui una manutenzione dell’auto stessa con conseguente sostituzione di filtri, lubrificanti, candele e liquidi di refrigeramento. Chiedete anche che vi sia fatta una ricarica dell’aria condizionata. Inoltre, è consigliabile stipulare una scrittura privata in cui sono riportate tutte le informazioni.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *